Blog Business,Ecommerce, Lavoro online e offline: elementi da considerare su alcuni aspetti di vendita.

Ho trovato questi commenti in una mail che ho ricevuto e desidero commentare e mettere a dispozione il mio punto di vista personale.
Ci sono dei punti mancanti che dovrebbero essere detti e spiegati in modo più approfondito quindi aspetto i tuoi commenti

SCRITTORE:
Ma come si puo’ diventare ottimi insegnanti e venditori?
Sicuramente e’ necessario scegliere una attivita’ di Network Marketing che fornisca una adeguata formazione personale.
Quindi societa’ o gruppi che garantiscano sessioni di conferenza e formazione, che abbiano dei videotutorials o dei testi dove apprendere le nozioni di base e successivamente quelle piu’ avanzate.

Rispondo:
Si può diventare ottimi insegnanti e venditori? SI
Si può anche scegliere una attività di Network Marketing (se ne può parlare) ma non è necessario.
Importante è scegliere l’argomento appassionante su cui sei disposto a dedicare tempo per formarti e che diventi una nicchia di mercato che devi sentire tua.

L’insegnamento può essere poi una conseguenza del fatto che sei esperto della tua nicchia ed esso richiede capacita’, formazione, perseveranza, comunicazione, apertura mentale.

Se poi collabori con un’azienda valuta quanto devi investire per la formazione
Non dovrebbero essre migliaia di Euro.
Per il web marketing, Blog Business e ecommerce mi formo con Neonisi Academy

SCRITTORE:
Una volta che abbiamo trovato quello che fa al caso nostro tocca a noi metterci in ballo. Per imparare a comunicare al meglio il prodotto possiamo prendere appunti durante le conferenza di presentazione e successivamente rielaborarli per utilizzarli quando andremo noi a presentare il prodotto a possibili utenti interessati.

Rispondo:
Sicuramente questo vale se collabori con un’azienda che ti sta facendo formazione ,am ricorda di metterci anche il tuo punto di vista i tuoi pensieri la tua testa le tue emozioni nella rielaborazione.
La gente compra prodotti in base a diversi stili di acquisto.
Gli appunti sono fondamentali, ma dovresti estrarre da essi i benefici da mostrare al cliente non parlare delle caratteristiche del prodotto.
Pensa se dovresti parlare di una macchina fotografica: esporresti la sua scheda tecnica?
Inoltre, rifletti e valuta con la tua testa se il prodotto di turno da reali benefici al cliente oppure no.
Con i tui pensieri diventa anche tu cliente.

SCRITTORE:
Per vendere bisogna conoscere il prodotto e cio’ che fornisce l’azienda o il gruppo. Bisogna avere il coraggio di mettersi in gioco e non aver paura di sbagliare.
Piu’ sbagliamo piu’ possiamo imparare dai nostri errori e migliorarci a livello personale.

Rispondo:
Non basta conoscere i prodotti/servizi e l’azienda.
Devi essere appassionato nel trattare quel determinato settore e devi avere un grande credo, per trasmettere in modo convinto i benefici del prodotto.
Ecco perchè prima ti dicevo di valutare i prodotti come se li avessi gia acquistati

Oltre a questi conta lo storico dell’azienda (da quanti anni e’ attiva sul mercato,
professionalita’, base di clienti, fatturato annuo, ecc.).
Si sa benissimo che molte aziende falliscono facilmente…

SCRITTORE:
Per insegnare bisogna, oltre che avere le caratteristiche sopracitate, capire che istruire buoni venditori e’ un
enorme vantaggio sia per i nostri utenti sia per noi stessi.
Incoraggia i tuoi in downline a sbagliare, perche’ piu’ sbagliano piu’ imparano a non commettere gli stessi errori.
Chi non sbaglia non va avanti.

Rispondo:
La condiderazione o domanda è olto legata al modllo di business del network amrketing che magari tratteremo succesivamente su questo blog ma più in generale è molto importante supportare i nuovi venditori con
tutto il materiale necessario.
Questo significa anche informarli sulle difficolta’ che si troveranno ad affrontare per vendere. Sbagliare va bene, ma e’ fondamentale capire la “Giusta comunicazione” da utilizzare con il potenziale cliente. Diversamente non venderai.

Inoltre c’è il supporto da dare per preparare i venditori a capire il prodotto e incentivarli a venderlo anche online magari adottando un buon software di affiliazione.

Leave a Reply